Fornetti elettrici: offerte e soluzioni per spendere poco

In questo breve articolo vogliamo fornirvi alcune delucidazioni in merito ai moderni fornetti elettrici in commercio.

Quello che ci preme, in queste righe, è soprattutto indagare il consumo medio di un fornetto elettrico; per questo ci affideremo a due criteri: il wattaggio (ovvero la potenza erogata) e il tempo di utilizzo dell’apparecchio.

Nei precedenti articoli abbiamo avuto modo di considerare che in commercio vi sono diverse tipologie di fornetti elettrici, ognuna di esse dotata di caratteristiche differenti.
Verosimilmente, una famiglia numerosa tenderà ad acquistare un fornetto con una buona capienza, facendo ovviamente attenzione allo spazio disponibile in cucina, mentre una coppia sceglierà un fornetto di media portata, per preparare pasti veloci o riscaldare un primo.
Vogliamo specificare che parliamo di fornetti, non di forni ad incasso, ovvero apparecchi decisamente più grandi, costosi e potenti rispetto ai fornetti che trattiamo in queste righe.

Vediamo dunque di seguito la comparazione tra i fornetti elettrici ed altri diffusi articoli da cucina per scaldare e preparare le vostre pietanze.

Fornetto elettrico vs forno a microonde

L’“avversario“ del fornetto elettrico è senz’altro il forno che sfrutta le microonde.
Se la tecnologia è senz’altro diversa, i due modelli si contendono il primato in cucina, quantomeno sul piano dei costi, dei consumi e dell’ingombro.

Il forno a microonde in effetti vanta dei “pro“, come l’ingombro limitato e le prestazioni (ovvero velocità di cottura) elevate, anche se, a detta di alcuni, la sua velocità di cottura va a discapito della salute di lo utilizza con frequenza.
Tra gli altri aspetti a sfavore, ricordiamoci che, per un buon forno a microonde poi bisogna spendere cifre spesso superiori al fornetto elettrico.

Il fornetto elettrico costituisce dunque  una buona alternativa, offrendoci pari – o superiori, in alcuni casi – prestazioni rispetto al forno a microonde, offrendoci inoltre pari ingombro e spesa più contenuta.

Un’alternativa: il fornetto elettrico ventilato

Tra i diversi modelli di fornetto elettrico in circolazione, una delle tipologie più discusse è quella del “fornetto ventilato”.
Vediamone con precisione il principio di funzionamento. L’aria calda che si genera all’interno del macchinario, grazie alle sue resistenze, riscalda più velocemente le vostre pietanze rispetto ad altre diffuse modalità.
Così facendo i cibi vengono scaldati in maniera più uniforme; non solo: potrete cuocere più pietanze simultaneamente. Insomma come un forno vero e proprio.
Questa modalità di cottura, detta anche “a ventola attiva“, è ideale per preparare pietanze elaborate come, lasagne, riso o pasta al forno, arrosti, ma anche verdure e pesce, oltre ovviamente ai classici alimenti ad impasto (pizze, focacce, soufflè, quiches, torte dolci e salate).