Idropulsore a getto d’acqua e aria: un alleato per l’igiene orale

Noto a tutti pure con il nome di idrogetto o doccia dentale, l’idropulsore è un dispositivo utile per l’igiene orale. Prima utilizzato soltanto negli studi dentistici, oggi invece questo strumento appare molto diffuso anche tra le mura domestiche. Questo apparecchio, mediante il suo getto d’acqua, riesce ad assicurare maggiore pulizia alle gengive e allo spazio interdentale. La sua azione arriva dove lo spazzolino non riesce ad accedere. La pressione dello spruzzo d’acqua può essere regolata così come la frequenza del getto. In caso di gengive sensibili è importante ridurre al minimo la forza del getto d’acqua in modo da scongiurare infiammazioni ed emorragie.

In commercio esistono diversi modelli di idropulsore dentale: a getto d’acqua, a getto d’acqua e aria, fissi e portatili. Oltre che con semplice acqua, il serbatoio di un idropulsore può essere riempito anche con un collutorio che abbia una funzione disinfettante. A consigliare l’utente dovrà essere in ogni caso un dentista in modo da non fare un uso scorretto dell’apparecchio. L’idropulsore può essere particolarmente utile anche in presenza di una protesi fissa o di un apparecchio ortodontico. In questi particolari casi l’utilizzo del filo interdentale risulta più complicato e limitato.

I modelli a getto d’acqua e aria

I modelli a getto d’acqua e aria sono dispositivi che risultano più avanzati tecnologicamente rispetto ai modelli classici di idropulsore dentale.  Il getto che viene emesso dal beccuccio dell’apparecchio non è caratterizzato soltanto da acqua ma pure da aria. Quest’ultima viene prodotta dallo strumento sotto forma di piccole particelle. Si tratta di apparecchi più moderni e funzionali per ottenere una maggiore pulizia della bocca. Tali articoli si trovano in circolazione con forme, design e colori differenti. La scelta va fatta in base alle esigenze personali e al budget che ognuno ha a disposizione.

In circolazione esistono idropulsori fissi e portatili. I primi hanno dimensioni più grandi e presentano un serbatoio più voluminoso. Questi apparecchi sono progettati in caso se ne faccia un uso frequente. I modelli portatili di idropulsore dentale hanno una struttura più piccola e compatta. Si tratta di dispositivi che vanno installati quando c’è poco spazio in bagno. Il serbatoio è integrato a differenza di un modello fisso dove invece il serbatoio è esterno e caratterizzato da un supporto. I modelli portatili di idropulsore dentale sono più maneggevoli e dunque più pratici. Chi vuole avere maggiori informazioni può consultare la guida pubblicata su sceltaidropulsore.it.